Lost – 5×16/17 – The Incident

Innanzitutto chiedo umilmente scusa per l’insolito ritardo nella pubblicazione dell’articolo ma, ahimè, ho avuto la brillante idea di andarmene in vacanza proprio nel momento più caldo della stagione lostiana.

Non ho dunque potuto prendere parte in modo attivo alle centinaia di discussioni emerse in seguito a questo esplosivo season finale ma, a conti fatti, forse è stato meglio.

Mi son goduto la puntata, son rimasto incollato alla sedia per 84 minuti e poi ho avuto quattro giorni per digerire, metabolizzare, riflettere sull’effettivo valore di The Incident.

Il verdetto?

The Incident è, probabilmente, il punto più alto mai raggiunto da Lost. Sì, anche meglio di quella Through the looking glass che solo qualche giorno fa pareva irraggiungibile.

Ma se il finale della terza spiazzava con uno dei twist più imprevedibili nella storia dei serial televisivi (o meglio, IL più imprevedibile), lavorando di fioretto per tutta la sua durata fino al colpo di grazia finale, The Incident comincia a prenderci a mazzate nello stomaco sin dal primo momento, non lasciandoci un attimo per respirare, mettendo a dura prova la nostra resistenza con situazioni durante le quali trattenere le lacrime è quasi impossibile e rialzare la mandibola da terra un’impresa ai limiti dell’umano.

Sintetizzare la quantità di informazioni/rivelazioni/nuovi misteri venuti a galla durante questo doppio episodio è davvero dura. Tutta la vicenda Jacob, ad esempio, meriterebbe da sola un approfondimento lungo qualche dozzina di righe. Il suo impatto nello show è stato semplicemente devastante, rimettendo in discussione questioni ormai dimenticate, regalandoci un punto di vista differente su alcuni flashback chiave e allargando se possibile ancora di più la panoramica dello show.

E quel Jacob che avevamo sempre considerato come un’entità intoccabile, quasi astratta, viene fatto fuori come l’ultimo dei fessi da un Benjamin Linus abilmente manipolato da John Locke.

Ben manipolato da Locke? Qualcosa non torna. E quel qualcosa esce dal misterioso cassone trasportato dai passeggeri del volo Ajira 316 sottoforma di… cadavere di John Locke.

In quel momento, un pezzo di me è morto per sempre.

Locke, il vero Locke, non è altro che un povero fallito convinto da una finta versione di sè stesso proveniente dal futuro a togliersi la vita per un bene superiore. Scoprire che il proprio idolo è in realtà un misero allocco è una cosa che non augurerei al mio peggior nemico. E ho anche chiamato il mio cane come lui.

Locke era convinto di agire in nome dell’isola. Ma quello che non poteva sapere è che non esiste *UN’* isola. Esistono piuttosto due facce della stessa medaglia, il nero e il bianco, come nel backgammon, come lui stesso ci spiegava all’inizio della prima stagione. Era tutto scritto, tutto sotto ai nostri occhi e non ce ne siamo mai accorti.

Il problema è che lui ha fatto il gioco della parte sbagliata, di quel tizio che vediamo ad inizio episodio e che a occhio e croce ha qualcosa a che vedere con quel fumo nero la cui vera natura è, ad oggi, uno degli ultimi misteri irrisolti della serie.

Questo misterioso individuo mette in chiaro fin da subito le sue intenzioni: vuole eliminare Jacob, reo di essere troppo buono e di avere una fiducia pressoché illimitata nel genere umano.

Missione compiuta. E adesso?

E adesso dal passato proveranno a cambiare il futuro. Jack ormai ha deciso, e non ci sono Sawyer in formato bellicoso che reggano: la soluzione a tutti i loro problemi è un bel botto.

Si sa, quando quel testardo del dottore vuole qualcosa la ottiene, e poco importa che forse l’unico vero modo di cambiare le cose sarebbe stato non intervenire ed evitare un’esplosione che magari potrebbe esserci sempre stata (Miles ha preso il posto di sveglio del gruppo che fino a qualche stagione fa era saldamente in mano a Sayid, ormai relegato al ruolo di “tonto qualsiasi”).

In mezzo a tutto il trambusto, spicca una delle scene più drammatiche e toccanti nella storia di Lost: la fine (?) di Juliet e il suo estremo sacrificio vanno ad affiancare Charlie e la sua “not Penny’s boat” alla voce “momenti strappalacrime” della serie e l’immagine della sua mano che sfugge a quella di Sawyer resterà impressa nei miei occhi e in quelli di milioni di fan per molto tempo.

La scena finale della stagione vede protagonista proprio la signora LaFleur, che con le ultime forze rimaste prende a sassate l’ordigno inesploso in fondo al pozzo della Swan Station provocandone la detonazione e quella successiva schermata bianca che tormenterà le nostre vite per i prossimi otto mesi.

Non ho la minima idea di cosa possa succedere adesso. Ed è una sensazione meravigliosa. Gli unici punti fissi sono:

- C’è una versione cattiva di Locke che ha in mano il totale controllo dell’isola e non vede di buon occhio gli intrusi.

- C’è mezzo cast che potrebbe essere morto, a partire da Juliet e Sayid che a occhio erano quelli messi peggio.

- C’è Widmore che dubito si sia già arreso.

- C’è un Desmond che qualcosa dovrà pur fare.

Partendo da queste basi, la sesta stagione non può non essere qualcosa di epico.

Appuntamento al 2010.

100/100

- Mist

Gli ultimi 5 articoli di Mist


 Mist


64 thoughts on “Lost – 5×16/17 – The Incident

  1. la prima volta che vidi questa puntata pensai “sinceramente, da una stagione cosi mi aspettavo molto di più”
    sinceramente… a primo acchito, mi aveva deluso, poi ho riflettuto, riflettuto e riflettuto, e sono giunto ad una considerazione… questa puntata e stata STRATOSFERICA!!!!
    ora, nn sto a dire tutti i miei pensieri sulla puntata, ci metterei una vita, evidenzio solo alcune delle cose.

    -Gli adamo ed eva della prima serie(i resti nelle grotte) potrebbero essere i resti di bernard e rose
    -L’isola potrebbe essere semplicemente un “olimpo” dove vivono queste due “divinità”, jacob (il bene, il bianco) e Tizio, che chiamerò Smokey (il male, il nero) visto che è il fumo nero.
    -Lost non è altro che una partita a “backgamone” tra Jacob e Smokey.
    -Jack and co nel 77 hanno fatto quello che sarebbe sempre sucesso (come dice moooolto intelligentemente miles, e per questo che si convincono a dover aiutare the doctor), e grazie al sacrificio (?) di juliet succederà quello che è successo a desmond quando girò la chiave, tornando nel 2007

    dopo questo

    98/100

    voto stagione 99.9/100

  2. Io avevo riflettuto sull’insensatezza di Locke che fa in modo che Richard dica a se stesso cose che nemmeno Richard capisce. Ci vedevo un paradosso. Invece ha perfettamente senso se collegato al fatto che chiaramente era tutto un sistema ideato del finto John Locke. Ora quadra tutto. Per altro il fumo nero deve essere collegato perché altrimenti non si spiegherebbe la visione di Ben di sua figlia che in pratica fa in modo che lui diventi lo strumento di morte del finto Locke. La nemesi di Jacob nella bibbia ha un nome, qualcujno si ricorda qual è? Infine buon Mist, secondo te la bomba ricongiungerà i piani temporali?

  3. per chi non se la ricorda mi pare proprio che la Black Rock, chiamata anche la roccia nera, sia il posto dove nella prima serie un pirla va con Jack, Locke e Cate (o almeno un paio di loro) a prendere dei candelotti di dinamite che lo fanno esplodere sul posto. Non mi ricordo a che serviva la dinamite ma veniva segnalato dalla Russou dove trovarla.

  4. per fortuna che il sito si chiama ifighi…
    Se si chiamava glisvelti dovevate cambiargli il nome!!!

    E non intendo solo la pubblicazione ritardata, ma anche la ritardata consapevolezza del fatto che Locke sia una nullità.
    (Perfino il cane!!! Ma dai!)

    Come avete fatto a non capire che l’unico e solo motivo ricorrente, nella vita di Locke, è quello di essere fregato da un Black Sweater Guy?
    Prima il patrigno (che gli ruba un rene!), poi il poliziotto infiltrato, e infine il tizio con la camicia nera.

    A me tutti i dubbi erano svaniti nella puntata in cui Locke riusciva a rovinare tutta la Comune hippie in cui era stato accolto! E il bello è che si credeva un… Cacciatore!
    Cos’è che diceva… che nella vita bisogna capire cosa si è… e allora è andato in una tenda a farsi di allucinogeni e una voce gli ha detto che era un Cacciatore…

    Mi sa che la voce invece aveva detto “povero coXXXone” ed è lui che ha capito male!

  5. se la metti cosi dada, Lock mi sembra la tipica persona italiana, Smokey (tizio) è Berlusca… lui gli diceva cosa fare, e quell’idiota di Locke l’ha fatto…..

    nn è Locke ad essere un idiota, xke è e rimane il miglior personaggio di Lost (assieme a ben e desmond), ora tutti dicono ke è un idiota xke è morto… xke??? e ke dovremmo dire di Ben che faceva tanto il capo e si ha fatto finta di parlare con una sedia per nn sembrare un coglione (ke kontrosenso) e Desmond ke si è ritrovato a premere un pulsante ogni 180 minuti solo xke il suocero nn lo riteneva degno della figlia, e di Daniel??? Daniel che come un idiota va al campo degli Others puntando una pistola… grazie al cazzo che ti sparano….

    Forse nn avete capito, ke tutte queste persone sono esseri umani, si puo essere grandi persone, ma le cazzate si commettono, ed in tutto questo, Locke ha dimostrato di essere il Migliore sopra ogni punto… xke??? Semplicemente xke voleva morire solamente per salvare tutti!!! E’ questo il best personaggio, nn c’è niente per nessuno.

    e cmq Dada, mist e gli altri sono persone che decidono di scrivere recensioni delle puntate, senza essere pagati, senza appagamenti, ma solamente xke gli piace e xke vogliono comunicare con gli altri le loro idee, attaccare mist per il ritardo mi sembra na cazzata, xke mist è sempre stato un tipo puntuale, mo un cristiano nn puo farsi na vacanza xke dovete leggere subito la recensione??? ma su!!! non scherziamo!!! anzi… ne voglio approfittare, xke da due anni, Mist mi regala delle recensioni fantastiche, e voglio ringraziare tutti gli altri per il loro lavoro!!!!

    GRAZIE!

  6. X Xelif e tutti i fans di Giovanni Allocco

    Il punto non sta nel fatto che, essendo Locke un essere umano, non potesse non commettere gli errori che tutti commettono; sta nel fatto che SI E’ SEMPRE PUNTUALMENTE FATTO TRUFFARE E IMBROGLIARE DA TUTTI QUELLI CHE LO HANNO AVVICINATO.
    Insomma, è quello che si dice un “sempliciotto”.
    Credo obiettivamente che Lost proponga personaggi più “best” di John Locke.

  7. Mi secca, però do ragione a Lenz.. Se ci pensate bene il Locke originale in finale viene raggirato un pò da tutti… Finendo in grande con la fregatura suprema, ovvero il morire per uno sconosciuto…

  8. @Dada :
    Pensa un po’ quando vedrai pubblicata la recensione di Dollhouse con circa 3 settimane di ritardo cosa farai… Non ti buttare dal balcone, non e’ niente di grave. Semplicemente c’e’ gente che, oltre a guardare serial tv e scrivere recensioni, ha anche una vita vera ;)

  9. @cayu
    Vita vera??!!
    Ma cosa dici?!
    Va che quelli che fanno le recensioni vivono solo per fare le recensioni.
    Punto.

    :D

  10. Ciao a tutti.
    Vorrei proporre la mia personalissima ‘soluzione’ di LOST, come ho già fatto presso altre community.

    Se qualcuno avrà il piacere di leggerla…. naturalmente non vuol essere nient’altro che uno spunto di discussione.

    Potete scaricare il pdf su

    http://lab.makao.it/LOST/LOST_la_soluzione.pdf

    Ciao e complimenti per il bel sito che non conoscevo e l’ottima recensione, che condivido appieno.

    Viva LOST!

  11. Io penso che bene o male un po’ tutti i protagonisti siano stati raggirati da qualcuno durante tutta la serie. Locke è quello che ne ha fatto più le spese perchè è un’ottima leva. Se ha un obiettivo non lo molla e a quanto pare i vari “manipolatori” lo sanno. Ad ogni modo ottima puntata finale secondo me, che apre le porte alla prossima serie in cui tutti i più grandi segreti dovranno essere svelati. Notevoli i vari collegamenti alle puntate precedenti. ALcuni evidenti, altri più sottili. Sono sicuro che quando ripartirà ci lascerà di nuovo a bocca aperta.

    P.S.: il personaggio di Jack in questa serie è stato davvero terribilmente insulso. Privo di ogni volontà propria, sballottato dagli eventi. Se prima pensavo che un testa testa con Locke potesse essere almeno equo, ora devo dire che Jack ne esce proprio male. La Fleur (ma che bel nome!) davvero notevole, ma anche lui alla fine perde il timone della barca a favore della sua donna.

  12. caro mist, come sai io ho i miei tempi e i miei vari problemi di lingua e compagnia da risolvere parlando di lost.
    Allora io su una cosa sono rimasto deluso da qusta puntata: al bellissimo telefilm lost, han sovrapposto scene di beautiful (certe sviolinate eccessive, kate che prima odia e poi quasi limona con jack, sawyer e la figona bionda juliet), a team (le sparatorie anche qui troppo da rambo, tutti che sparano e nessuno le prende, mentre i “soldati della dharma cadono come pedine).
    quindi se come storyline avvenimenti e tutto mi è veramente piaciuta e la considero tra le migliori del telefilm, ste cadute di stile mi hanno sinceramente un po’ “seccato”.

Comments are closed.